Categorie

    Recesso dal contratto

     

    In conformità alla legge avete il diritto di recedere dal contratto entro 14 giorni lavorativi dalla data di ricezione della spedizione.

    In caso di recesso dal contratto dovete restituire la merce non soddisfacente al nostro indirizzo:

    Gioielli – eshop.it

    Cocciolo Vincenzo

    Via Campania 6

    Cap 72100 Brindisi

    Dovete inviare la merce:

    • dovete imballare con attenzione (si consiglia di inviare il pacco con raccomandata), non inviate con pagamento a consegna! Nel caso in cui inviate il pacco in contrassegno esso non sarà accettato.
    • dovete allegare una copia della fattura con il numero di conto bancario (IBAN) ed il modulo compilato per il recesso dal contratto. Il modulo per recesso dal contratto si trova qui: info-it@gioielli-eshop.it
    • Potete trovare il modulo di recesso dal contratto qui: vf_it.doc

     

    I prodotti devono soddisfare le seguenti condizioni:

    • Devono essere imballati in maniera adatta
    • Non devono avere segni di usura – devono essere nella condizione iniziale.
    • Devono essere completi!

     

    In caso di restituzione della merce non siamo responsabili per la perdità dei beni spediti verso noi - è il compito del cliente di imballare la merce in modo tale che essa venga spedita in maniera adatta senza danni.

     

    Obblighi del professionista nel caso di recesso

     

    1.   Il professionista rimborsa tutti i pagamenti ricevuti dal consumatore, eventualmente comprensivi delle spese di consegna, senza indebito ritardo e comunque entro quattordici giorni dal giorno in cui è informato della decisione del consumatore di recedere dal contratto ai sensi dell’articolo 11.

    Il professionista esegue il rimborso di cui al primo comma utilizzando lo stesso mezzo di pagamento usato dal consumatore per la transazione iniziale, salvo che il consumatore abbia espressamente convenuto altrimenti e a condizione che questi non debba sostenere alcun costo quale conseguenza del rimborso.

    2.   Fatto salvo il paragrafo 1, il professionista non è tenuto a rimborsare i costi supplementari, qualora il consumatore abbia scelto espressamente un tipo di consegna diversa dal tipo meno costoso di consegna standard offerto dal professionista.

    3.   Salvo che il professionista abbia offerto di ritirare egli stesso i beni, con riguardo ai contratti di vendita il professionista può trattenere il rimborso finché non abbia ricevuto i beni oppure finché il consumatore non abbia dimostrato di aver rispedito i beni, a seconda di quale situazione si verifichi per prima.

     

    Obblighi del consumatore nel caso di recesso

     

    1.   A meno che il professionista abbia offerto di ritirare egli stesso i beni, il consumatore restituisce i beni o li consegna al professionista o a un terzo autorizzato dal professionista a ricevere i beni, senza indebito ritardo e in ogni caso entro quattordici giorni dalla data in cui ha comunicato al professionista la sua decisione di recedere dal contratto ai sensi dell’articolo 11. Il termine è rispettato se il consumatore rispedisce i beni prima della scadenza del periodo di quattordici giorni.

    Il consumatore sostiene solo il costo diretto della restituzione dei beni, purché il professionista non abbia concordato di sostenerlo o abbia omesso di informare il consumatore che tale costo è a carico del consumatore.

    Nel caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali in cui i beni sono stati consegnati al domicilio del consumatore al momento della conclusione del contratto, il professionista ritira i beni a sue spese qualora i beni, per loro natura, non possano essere normalmente restituiti a mezzo posta.

    2.   Il consumatore è responsabile unicamente della diminuzione del valore dei beni risultante da una manipolazione dei beni diversa da quella necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento dei beni. Il consumatore non è in alcun caso responsabile per la diminuzione del valore dei beni se il professionista ha omesso di informare il consumatore del suo diritto di recesso a norma dell’articolo 6, paragrafo 1, lettera h).

    3.   Qualora un consumatore eserciti il diritto di recesso dopo aver presentato una richiesta in conformità dell’articolo 7, paragrafo 3, o dell’articolo 8, paragrafo 8, il consumatore versa al professionista un importo proporzionale a quanto è stato fornito fino al momento in cui il consumatore ha informato il professionista dell’esercizio del diritto di recesso, rispetto a tutte le prestazioni previste dal contratto. L’importo proporzionale che il consumatore deve pagare al professionista è calcolato sulla base del prezzo totale concordato nel contratto. Se detto prezzo totale è eccessivo, l’importo proporzionale è calcolato sulla base del valore di mercato di quanto è stato fornito.

     

     

     

     


    Pagina principalePagina principale

      • banner
      X
      We use cookies in order to adapt the content and advertisements, to provide the social media functions and to analyze how visitors use the website.
      I agree
      More information